Popular Posts

Categories

... have fun, it's music...

Archives

Loading...

Scrivici

RSS

Mason Porter, un incontro casuale in un saloon della Pennsylvania

Diego Roma Filed Under:
Joe d'Amico e compagni e il loro amore per le radici, a colpi di slide guitar e ballate blues


Torni indietro nel tempo e nello spazio, entri in un saloon e trovi a suonare i Mason Porter,un gruppo di amici della Pennsylvania che propongono le radici, quelle più genuine, del bluegrass americano. Comprensibile che chi legga resti sempre disorientato da queste proposte musicali tendenti alla tradizione americana. Ma i Mason Porter mi hanno semplicemente aggiunto come loro amici sul mio Myspace, e dunque mi hanno incuriosito e non a torto.

Muniti di chitarra, mandolino, contrabbasso e qualche percussione, rivitalizzano il folk-roots con una buona dose di ironia e la predilizione per il live. Non a caso le canzoni disponibili su Myspace sono quasi tutti estratti di concerti, e quando non lo sono lo sembrano, tutte registrate al MilkBoy Coffee in Ardmore, PA. In un saloon, appunto.

Quattro giovani americani capitanati da Joe d'Amico (questi cognomi italiani ricorrono e vorranno pur dire qualcosa), un cantante strumentista che porta avanti anche progetti solisti e che, in contrasto con l'atmosfera traditional delle musiche, possiede un sito personale molto raffinato, su cui sono disponibili le sue ballate semplici e malinconiche ma anche di quel grezzo suonare la propria storia senza troppi complimenti. Quindi navigate nel sito tra le mongolfiere che salgono e scendono dallo schermo mentre chitarre, mandolini e la voce di Joe fanno da sottofondo. E' una musica di compagnia che in questi giorni di festa si può anche mettere a volume basso mentre si discute con parenti e amici tra un torrone e un fico secco.

I Mason Porter comunque per Natale hanno regalato questo video molto divertente che vede un improbabile rissa da saloon tutta al femminile, combattuta nientemeno che a mosse di Kung Fu. In questo modo niente affatto banale ci augurano buone feste, e io le auguro ancora una volta a voi.


Ah... una curiosità: ve la ricordate Sliver, dei Nirvana? Beh, i Mason Porter rifanno anche quella. Provare per credere!



FONTI:
Myspace
Youtube
Joe d'Amico Website

0 Responses to "Mason Porter, un incontro casuale in un saloon della Pennsylvania"