Popular Posts

Categories

... have fun, it's music...

Archives

Loading...

Scrivici

RSS

Boy & Bear - With Emperor Antartica Ep

Diego Roma Filed Under:
Solo freschezza dall'Oceania che non smette di sfornare talenti

Dall'Australia terra nuovissima e ancora inesplorata nasce il nuovo della musica indie. Continente di sperimentalismi in chiave pop, messi a segno da giovanissimi per nulla intimoriti dal fiume di dischi che ormai invade il pianeta. Anzi. Dopo l'exploit di Oh Mercy, tra i dischi dell'anno da queste parti, e dei progetti variopinti di Angus Stone (con sorella Julia o senza), ecco un altro gruppo che al suo ep di esordio ti fa dire: sì, stupirsi è possibile.

Boy & Bear sono un quartetto (l'incrocio è fatto, di generi senz'altro) che ha dato vita al momento ad un mini-disco che contiene appena quattro pezzi, fatti di un folk danzante, sincopato, elettro-acustico, pieno di colori e con la voce di Dave Hosking già matura, sicura, che ricorda le nostalgie del nostro Elvis Perkins, rimandano a Fleet Foxes, Iron&Wine, I grizzly Bear (per restare in tema).

Melodie pure, sinuose, chitarre che da acustiche diventano presto assoli elettrici, ritmi imprevedibili, un approccio orchestrale fatto di coretti che lascia col fiato sospeso. Con The Storm si parte con un cantato leggero, solo chitarra, ma poi, uno ad uno spuntano fuori elementi, fino alla cavalcata, con voci, ritornello a sei corde, e non si capisce bene se quell'amalgama di sottofondo siano violini o semplice armonia cosmica. Blood To Gold, blueseggiante, frenetica, tarantellante spedita verso le contorsioni melodiche del folk. E via così, tra esperienze più lente e studiate e altre più immediate, With Emperor Antartica (l'orso, appunto, padrone indiscusso dei poli) fa il suo lavoro egregiamente. Rapisce. E la musica serve a questo.

Myspace