Popular Posts

Categories

... have fun, it's music...

Archives

Loading...

Scrivici

RSS

A Grave With No Name

Diego Roma Filed Under:
Alex Shields, Regno Unito


A Grave With No Name suona un po' come Sparklehorse, almeno a primo impatto. L'attitudine compositiva è certo la stessa. A suonare è solo lui, Alex Shields, maledetto factotum, che suona nella sua stanza da letto, mescola, fonde, produce suoni. Curioso senz'altro ascoltare il suono un po' retrò di certo grunge, la malinconia disfattista e metallica alla Matthew Ryan, lo shoegaze che richiama i My Bloody Valentine. Ancora si sa poco di questo A Grave With No Name, progetto inglese (londinese), che per il momento è disponibile con questo Ep omonimo, e risicatissimo di musica su My space.

Stone Setting si può ascoltare su Youtube:



Poi c'è Underpass



Il sito RCRD LBL in realtà ne ha parlato in tempi non sospetti. Una canzone relamente registrata in camera dal letto è questa: And We Parted Ways at Mt Jade. Non quella che si può dire una canzone estiva. Ma tanto è.

0 Responses to "A Grave With No Name"